Dialogando con la materia dell’arte

Giornata di studi in memoria di Fabio Frezzato

Una giornata dedicata alla figura di Fabio Frezzato (Milano, 1956-2023), diplomato in chimica e laureato in storia dell’arte, per due decenni coordinatore del Centro Ricerche sul Dipinto della CSG Palladio di Vicenza (oggi Lifeanalytics). Riconosciuto esperto di indagini scientifiche micro-invasive nel campo dei beni culturali, specie su oggetti policromi, e dello studio della trattatistica tecnico artistica dall’antichità al primo Novecento, ha tenuto corsi e lezioni in varie università, tra le quali Pisa, Udine e Venezia.
Tra i numerosi saggi pubblicati, anche in sedi internazionali, si ricordano alcuni volumi: l’importante edizione commentata del Libro dell’arte di Cennino Cennini basata sui manoscritti fiorentini (Neri Pozza, 2003), i Segreti d’arti diverse nel regno di Napoli. Il manoscritto IT.III.10 della Biblioteca Marciana di Venezia, con Claudio Seccaroni (Il Prato, 2010) e da ultimo, insieme a Gianluca Poldi, il volume Giovanni Boldini il processo creativo. Indagini scientifiche e conservazione (Antiga Edizioni e Bottegantica, 2023, anche in edizione inglese).

Ricordare Fabio Frezzato a pochi mesi dalla scomparsa, nella sua città, è parso a una serie di colleghi e amici non solo bello, ma anche un’occasione non scontata di riflessione su un mestiere, quello del tecnico dedito alla diagnostica, collocato a cavallo tra altri, che può condizionare giudizi e operatività di altri, e che acquisisce un particolare valore dall’apertura interdisciplinare. Ciò comporta anche la conoscenza del lessico e dei modi operativi di più settori confinanti, oltre al costante aggiornamento su una letteratura assai vasta. E dovrebbe presupporre sempre l’umiltà di chi si mette al servizio dell’opera e della sua conoscenza, scevro da personalismi.
Una giornata, quindi, per poter rendere onore al suo metodo di lavoro, che è anche quello di molti di noi: far dialogare la materia del manufatto col proprio occhio, attraversando diverse discipline, in modo rispettoso sia dell’opera d’arte e del suo autore, sia della coralità dei punti di vista. Si sono pertanto chiamate a raccolta figure di diversa formazione e attività, dagli storici dell’arte – alcuni particolarmente attenti alle tecniche artistiche – ai restauratori, agli scienziati e ai tecnici che si occupano di indagini sulle opere. Alcune professionalità, in questo affascinante e multiforme settore al servizio del passato per il futuro, che si pongono al confine tra discipline, a cavaliere tra “metodi”, e che per questa occasione presenteranno lavori inediti che saranno poi raccolti in volume.

locandina-cores

Dialogando con la materia dell’arte

Giornata di studi in memoria di Fabio Frezzato

21 novembre 2023
Sala Aldo Bassetti, Pinacoteca di Brera, Milano

Programma

9.30

  • Saluti istituzionali, Direzione Pinacoteca di Brera e Direzione regionale Musei Lombardia
    Breve presentazione di CoRes (Giorgio Bonsanti)
    Introduzione alla giornata (Gianluca Poldi)

Sessione mattutina, modera Giorgio Bonsanti

10.00

  • Gianluca Poldi, Sull’impiego dell’indaco in pittura, tra XIV e XVIII secolo

10.15

  • Claudio Seccaroni, Cennino-Vasari: confronti di tavolozze e new entries cinquecentesche

10.30

  • Paolo Bensi, Malachite artificiale o ‘verde di montagna’? La malachite globulare nella pittura italiana

10.45

  • Sandro Baroni, Censimento dei manoscritti tecnici per le arti in Lombardia

11.00

  • Mariolina Olivari, Per un progetto non nato. Le lamine metalliche nella scultura lombarda tra XIV e XVI secolo

11.15

  • Elena Monni, Chiara Sotgia. Giulia Lama. Indagini scientifiche sui dipinti di San Marziale e di Santa Maria Assunta in Malamocco, a Venezia

11.30

  • Giuseppina Perusini, Considerazioni sul restauro in tre trattati ottocenteschi di tecnica pittorica: De Burtin (1808), Prange (1828) e De Montabert (1829)

11.45

  • Francesca Lo Russo e Arianna Splendore, Eclettismi materici e conservazione in Antonio Mancini

12.00

  • Giovanni C.F. Villa, ‘sotto la vaghezza de’ colori lo stento del non saper disegnare’. La rivincita veneziana

12.15

  • Letizia Lodi, Bernardino Lanzani, il trittico della chiesa del Carmine a Pavia e la formazione da storico dell’arte di Fabio Frezzato

12.30

  • Paola Borghese, Michele Occhipinti, Paolo Plebani e Claudio Seccaroni,Raffaello, San Sebastiano. Nuovi studi all’Accademia Carrara di Bergamo

12.45

  • Andrea Carini e Ilaria Negri, Il ritratto di Liberale da Pinedel di Lorenzo Lotto: tecnica e restauro

13.00-14.00 PAUSA PRANZO  

14.00 INTERVENTO MUSICALE

Sessione pomeridiana, I, modera Paolo Bensi

14.15

  • Enrica Cabianca e Isabella Villafranca Soissons, Armature giapponesi: un caso complesso di polimaterico

14.30

  • Antonella Ortelli, Luca Quartana e Francesca Tasso, Il Coretto di Torchiara del Castello Sforzesco di Milano

14.50

  • Anna Maria Spiazzi e Fabio Frezzato, La Madonna con il Bambino di Giusto de’ Menabuoi a Padova: iconografia, storia conservativa e osservazioni tecniche

15.05

  • Vasco Fassina, Indagini su pitture murali. Sull’oltremare naturale nell’abbazia di Summaga (XII secolo) e sull’ossidazione del minio in Francesco da Milano

15.20

  • Valentina Piovan, Gianluca Poldi e Simone Caglio, Le ante d’organo di Gentile Bellini per la Basilica di San Marco: tecnica, conservazione e metodologia di restauro

15.35

  • Amalia Donatella Basso, Paolo Veronese nella chiesa di San Sebastiano a Venezia: decorazione parietale e aspetti di tecnica pittorica

15.50-16.10 PAUSA CAFFE’

16.10 INTERVENTO MUSICALE

Sessione pomeridiana, II, modera Gianluca Poldi

16.30

  • Maria Letizia Amadori, Lisa Venerosi Pesciolini, Gianluca Poldi e Andrea Muzzi, Le luci di smalto dell’Allori. L’Ascensione del Carmine di Pisa tra tecnica, varianti, recupero

16.45

  • Helen Glanville, Materia e luce: spunti sulle conoscenze teoriche e la loro traduzione materica nell’opera di Poussin

17.00

  • Antonio Zaccaria, Due Ceruti mai restaurati: diagnostica e restauro

17.15

  • Fabiana Maurizio, Anomalie tecniche nel ’700. La pala di Federico Ferrario nel Museo di Alzano Lombardo

17.30

  • Anna Lucchini, Spesso per la tecnica, talora per il restauro. Intorno a un Concetto spaziale di Lucio Fontana

17.45

  • Dibattito e considerazioni conclusive

Interventi musicali a cura del duo di chitarre Guido Pace e Marco Tencati Corino (Milano): Albeniz, De Falla, Debussy e Mertz

1
2